Nothing is easy

Smisurato sogno

Devo andare a Roma con la mia Ford, devo accompagnare due persone: Matteo Renzi e sua moglie.
Io sono già seduto al posto di guida, Matteo apre la portiera, tira la leva del sedile (ho una Fiesta tre porte) e si accomoda dietro.
La moglie si siede di fianco a me e subito sposta il sedile in avanti, smisuratamente in avanti, al punto da ritrovarsi rannicchiata contro il cruscotto.
Io le faccio notare come non sia necessario, anche se siamo dentro una utilitaria dietro il passeggero è comodo.
Con molta naturalezza lei mi risponde che deve far spazio all’ego smisurato del marito.
Ci allacciano le cinture di sicurezza, in effetti quella di Matteo non aderisce al corpo ma rimane sospesa in aria, come a cingere una enorme, ferraresca, massa invisibile che lo avvolge.

Partiamo…

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...