Nothing is easy

Articoli con tag “viaggi

Napoli, Round #3

Anche questa volta il giochino è riuscito. Sono sull’IC verso la fine del mondo la Calabria con un carico illegale di sfogliatelle della pasticceria Scaturchio.

Anche questa volta sono partito alle 8:30 del mattino da Milano e, arrivato alle 13:30 ho lasciato la valigia in deposito e mi sono regalato 5 ore di Napoli prima di ripartire.

DSC_0047_2.jpg

La novità di questo giro è che, finalmente, sono riuscito a visitare la cappella di San Severo con la bellissima scultura del Cristo Velato, ma anche le statue attorno non scherzano,  e le affascinanti “macchine anatomiche”. Foto vietatissime, quindi vi tocca wikipediare.

DSC_0045_3.jpg

Quajò, vi prego, DECIDETEVI!

 

 

Poco prima mi ero sparato una pizza da Vesi. A questo giro c’è relativamente meno gente e riesco ad entrare e sedermi ma per ottimizzare i tempi mi propongono di condividere il tavolo con un’altra persona.

è così che faccio la conoscenza del sig. Giulio, un simpatico e cordiale napoletano che non si fa problemi a parlare dei c@$$1 suoi: da giovane ha vissuto in Canada per un po’, ha 3 figlie e dato che Pintauro è chiuso mi propone la pasticceria Scaturchio per le sfogliatelle.
“Non sarà mica quella che in vetrina ha un gigantesco Babà a forma di Vesuvio?”
“Si si proprio quella!”
Ah, lui è uno di quelli che crede che le macchine anatomiche siano autentiche.

Tutto il resto è come sempre divertimento nel girare e guardare.

DSC_0051_3.jpg

Mi sembra giusto, ma ai fachiri chi ci pensa?

Voglio spendere due righe sui caffè. A Napoli non lo chiedo mai lungo perché ho paura che la prendano male. La cosa sorprendente è che lo fanno così forte che ha effetto pure su di me, che ne sono assuefatto. Immancabili la macchina con la pompa manuale, la tazzina preriscaldata che ti ustiona la mano quando la prendi e le labbra quando lo bevi, infine il bicchiere d’acqua, che non è un bicchierino ma un bicchiere vero e proprio.

DSC_0054_2.jpg

Quiz: chi è il signore in bianco sul balcone? (A: Il commesso della friggitoria Jamm’Ja’. B: Il Dott. A. Sciortino, medico dentista. C: Sempre il Dott. Sciortino che nel tempo perso tra un’otturazione e un ponte frigge un paio di Cuoppi)

 

 

Ultima gradita sorpresa della giornata è stato Palazzo Zevallos Stigliano in Via Toledo con la sua galleria d’arte. Oggi l’ingresso era gratuito ed erano esposti alcuni quadri di Picasso.

 

DSC_0055_2.jpg

E io che credevo che Picasso non sapesse disegnare.

 
Al prossimo giro pensò che sarà la volta del Vomero…

 

 

 


Viaggiare in treno a Fantasilandia

Siamo di rientro in Italia, stiamo viaggiando sul treno che da Brema ci porterà ad Amburgo, per poi prendere il volo di rientro.

Mi sono preso tutti gli opportuni margini di sicurezza ma, poco dopo, il treno si ferma inaspettatamente alla stazione di un paesino sconosciuto.

Viene dato un annuncio in tedesco e la gente scende dal treno, chiedo al controllore ma non parla inglese, gli altri viaggiatori molto gentilmente mi traducono: “C’è un incendio lungo la ferrovia, il treno deve aspettare l’intervento dei pompieri, forse ci vorranno 15 o 30 minuti”, eccheppalle!

Beh, io ho preso i miei margini di sicurezza, saremmo ancora nei tempi, ma ecco che viene annunciato un ritardo di 1 ora e 40!

Ok, la situazione è complicata, vado a parlare con la capotreno per capire se ci possono essere alternative.

La trovo mentre un ragazzo gli fa vedere il suo biglietto aereo, evidentemente ha il mio stesso problema. Ci dice di seguirla, entriamo nel suo ufficio e ci stacca un buono per un taxi(!).

A questo punto chiedo al ragazzo se ho capito bene: DB ci sta pagando un taxi da inculandia ad Amburgo a spese sue? mi risponde di si, ma non dirlo troppo a voce alta.

E cosi arriva questo Mercedes nero che ci trasporta alla stazione di Amburgo permettendoci di arrivare in aeroporto con largo anticipo. Il tassametro segnava una cifra attorno ai 200€

Durante il viaggio memorabile la faccia di Stefania quando realizza che stiamo sfrecciando a 200 km/h in autostrada.

Quando esprimo il mio stupore al nostro compagno di viaggio questo mi dice che tutto sommato alle ferrovie è convenuto, perché se avessimo perso l’aereo avremmo potuto chiedere il rimborso del volo.

Ah, gran bel posto l’Europa!